Ida Harm - Where is Home - Schio VI - La fabbrica del giardino

Ida Harm - Where is Home - Schio VI - La fabbrica del giardino
23 -25 giugno

https://idaharm.wixsite.com/w-ih

Progetto di un non-giardino

ISPIRAZIONE
“Per ogni nato si pianterà un albero…”  

Con il decreto legge n 113 del 29 gennaio 1992 la Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica hanno approvato
Art. 1.
1. In attuazione degli indirizzi definiti nel piano forestale nazionale, i comuni provvedono, entro dodici mesi dalla registrazione anagrafica di ogni neonato residente, a porre a dimora un albero nel territorio comunale. 
2. L'ufficio anagrafico comunale registra sul certificato di nascita, entro quindici mesi dall'iscrizione anagrafica, il luogo esatto dove tale albero e' stato piantato. 
3. Entro novanta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge, il Ministro dell'interno emana disposizioni per l'attuazione della norma di cui al comma 2. 

DATI
Dal 1992 sono nati in Italia circa 550.000 bambini e bambine all’anno.
Ad oggi quindi circa  13.750.000 individui a cui spetta di diritto un albero con il proprio nome. 
13.750.000 alberi sono circa 28.000 ettari, cioè 280km quadrati.
L’Italia avrebbe da annoverare la sua seconda foresta più grande in estensione dopo quella del Sulcis.

PROBLEMA
Non solo non si piantano alberi per ogni nato ma se ne tagliano più di quelli che si dovrebbe, senza tener conto né di leggi degli uomini né di leggi naturali né di leggi estetiche o di buon senso.
Così ad ogni taglio, corrisponde una mancanza. Una casa non più ritrovata, ossigeno non più distribuito, riparo non più regalato.
Un albero non è solo casa per uccelli e piccoli animali. L’albero è un luogo a cui sempre gli uomini hanno dato un posto centrale nella comunità, un luogo di senso, di culto, di ritrovo, di socialità.
Ogni albero è legato indissolubilmente ad una vita. Tagliare un albero significa tagliare una possibilità di vita.
Where is home vuole solo ricordarcelo.

PROGETTO
Ceppi e tronchi sparsi su un prato come totem su cui compaiono nidi, bambini in grembo, uccelli, uova… Un giardino totemico, una casa non ritrovata.