Grandi Mani con Davide Sapienza

  • Gorzone

IL TEMPO DELLA TERRA ORBIS
DALLA FORRA DEL DEZZO AL LAGO MORO

Ritorna in Valle Camonica #GrandiMani, iniziativa promossa dal Distretto Culturale di Valle Camonica e dal Sito Unesco n. 94 “Arte rupestre”della Valle Camonica - la Valle dei Segni, che prosegue nel lavoro di scoperta del paesaggio antropico, la vera guida alla lettura e all'interpretazione del paesaggio.

Grazie ai segni lasciati nelle diverse epoche storiche, possiamo così provare a metterne in discussione il senso per creare una nuova comprensione.

Sarà Davide Sapienza, come nell'appuntamento del 2016 alla collina sacra di Luine, a guidare i camminanti in una lettura geopoetica del territorio, raccontandone le connessioni, incontrando gli abitanti dei luoghi che visiteremo, approdando infine alla Sclarecla, che ci ospiterà per assaggiare i prodotti del territorio terminata la presentazione.

Conosciuta in tutto il mondo per le Incisioni Rupestri, Patrimonio Mondiale dell'Unesco, la Valle Camonica è Geografia, Cultura, Arte, Storia. Ce lo conferma il cammino sull'antica via di collegamento tra Gorzone al Lago Moro: partendo dal torrente Dezzo ai piedi della Via Mala, saremo invitati a camminare dentro la storia camuna, partendo dove case si arroccano alle pendici del Monte Altissimo e sul torrente Dezzo, attraverso luoghi impervi sede di intense attività umane, come ci raccontano il Castello di Gorzone, i portali del ‘600, i muretti a secco, i terrazzamenti, sino alla magica visuale del Lago Moro. Una terra dove le connessioni illuminano il territorio che racconta la sua storia con la voce della geografia.

PROGRAMMA

RITROVO: h 9.30 a Gorzone (Darfo Boario)
PARTENZA: h 9.45, con arrivo al Lago Moro entro le ore 12.
COLAZIONE AL SACCO (da portare con sé)
INCONTRO h. 14:00 con lo scrittore allacasa del Parco e conversazione sui temi del suolavoro geopoetico a partire da I DIARI DI RUBHA HUNISH.
RIENTRO: partenza ore 15, arrivo previsto a Gorzone alle ore 16.30

LEGGI QUI l’articolo dedicato alla via Mala sul CorSera edizione Bergamo del 15/2/17

Con il supporto di