La Città infinita di Mao Fusina in Triennale a Milano

La città infinita è una performance partecipata che utilizza materiale di scarto di lavorazione industriale per creare e ricreare paesaggi urbani. è un lavoro creativo di gruppo che parte dall’idea che ognuno, iniziando a costruire una casa, inizi ad abitare una città il luogo delle relazioni. ogni abitante si trova quindi ad abitare vicino a qualcun altro, ognuno ha un vicino di casa da andare a conoscere. i vicini di casa uniscono le loro abitazioni attraverso la rappresentazione di strade e, quando si incontrano, decidono quale opera pubblica costruire insieme, una costruzione al servizio di tutti. il lavoro collettivo e di pianificazione urbanistica partecipata porta i costruttori a proporre una città che risponde alle aspirazioni e alle competenze di ognuno. ogni città infinita è quindi unica ed irripetibile, ha una propria origine e sviluppo utilizzando i linguaggi universali della creatività e della manualità. la scelta di utilizzare forme diverse di materiale di scarto aziendale, prevalentemente ligneo, è motivo per offrire interpretazioni diverse ad ogni singolo pezzo utilizzato lasciando a ciascuno le svariate interpretazioni funzionali e di senso. 

La città infinita è un laboratorio per i più piccoli,  proposto dall'artista Mao Fusina e dalla sua equipe,

Prossimamente collaborerà con Alpes  nella proposta THE BIG BOX, già presentata a Milano durante il Fuorisalone 2018.

Sarà presente in Triennale il 12/13 maggio e il 2/3 giugno

http://www.triennale.org/en/evento/cyclopica-laboratorio-la-citta-infinita/