Sep
2
Sep 3

"La strada era l'acqua" Davide Sapienza per Trentino d'autore, un canyon geopoetico

Da "Trentino d'Autore 2016" al Canyon del Limarò con DAVIDE SAPIENZA. 

 Venerdì 2 settembre alle 17 torna "La strada era l'acqua", romanzo veritè dove la protagonista narratrice è H2O, l'Acqua. La Vita. Ristampato dopo l'edizione originale del 2010, in nuova veste e con variazioni geopoetiche nel testo, "La strada era l'acqua" (Lubrina Editore) è stato anche protagonista di un cammino geopoetico che Sapienza ha portato in tutta Italia, da L'Aquila alle Alpi, dall'Artico norvegese agli Appennini. Ma questa volta, la "presentazione" del libro non finisce cosi. 

Sabato 3 settembre alle ore 9, ci si ritroverà alla Stazione dei bus di Ponte Arche e da qui si raggiungerà il canyon del Limarò, Villa Banale ed altre località con  "tappe geopoetiche", letture e riflessioni, osservazioni e ascolti, fino ad arrivare al lago Nembia intorno alle ore 16:00.

Gli Appuntamenti a Comano

Venerdì 02 settembre ore 17.00 Palazzo delle Terme di Comano (Tn) TRENTINO D'AUTORE. Davide Sapienza presenta il libro "La strada era l'acqua" (Lubrina Editore, 2015).

Sabato 03 settembre ore 09.00 Ritrovo alla Stazione autobus di Ponte Arche (Tn). Camminata letteraria con l'autore: "La strada era l'acqua. Un canyon geopoetico".

 

per info e maggiori dettagli clicca QUI

 

Aug
21
Aug 22

Sentieri d'autore ai piedi del Cervino - Tiziano Fratus

Tiziano Fratus (Bergamo, 1975) cresce fra Lombardia, Piemonte e Liguria, la sua famiglia si dissolve che ha soltanto vent’anni, smette di studiare e inizia a viaggiare. In California incontra le sequoie millenarie e conia i concetti di “Homo Radix”, “dendrosofia” e “alberografia” che ridefiniscono la sua esistenza. Ha inizio una pratica quotidiana di meditazione in natura e una nuova fase di scrittura che si sviluppa in una serie di volumi, personali fotografiche e la rubrica “Il cercatore di alberi” sul quotidiano «La Stampa». Fra i libri si ricordano il Manuale del perfetto cercatore d’alberi (2013 Kowalski, 2014 Feltrinelli), Il sussurro degli alberi. Piccolo miracolario per uomini radice (2013 Ediciclo), la "Trilogia delle Bocche Monumentali" per Laterza (L’Italia è un bosco, Il libro delle foreste scolpite, L'Italia è un giardino), il romanzo Ogni albero è un poeta. Storia di un uomo che cammina nel bosco (2015 Mondadori). Da anni è impegnato nel progetto Giona delle sequoie che vede la pubblicazione di reportage, articoli, una raccolta di fotografie e la scrittura di un saggio. Ampia è la produzione in versi, con traduzioni in sette lingue su riviste internazionali quali «Los Angeles Review», «Gradiva», «Tabacaria», «Poetry International», «Ars Poetica», «Di Versos», «Les Citadelles», «Studium» e «Ping Pong». Fra le raccolte: Il molosso, Nuova Poesia Creaturale, Gli scorpioni delle Langhe, Creaturing. Selected Poems, Double Skin, Poèmes chuchotés sur la berge du Po, Ninguem sabe de nos. Nel 2015 ha pubblicato i primi due nuclei poetici dell’opera in versi Arborgrammaticus: Un quaderno di radici (Feltrinelli) e Musica per le foreste (Mondadori); è inedita la terza parte, il poema I sandali di Confucio. Vive in un villaggio ai piedi delle alpi, dove finisce la pianura e iniziano le montagne.

E' Tiziano Fratus il terzo ospite de "Sentieri d'autore ai piedi del Cervino" la rassegna curata da Alpes per la biblioteca di Valtournenche, che ha accompagnato le giornate in cammino del mese di agosto per i frequentatori di Cervinia.

Anche per queste date gli appuntamenti sono due:

21 agosto incontro alle ore 17:30 presso la sala Cervino della casa del Golfa titolo "La procreazione del Bosco"

22 agosto cammino d’autore alle ore 9:00. Ritrovo davanti alla Chiesa, verso il lago Bleu e il lago di Clotz, riflessioni e osservazioni attraverso il bosco guidati anche dalla bravissima guida naturalistica Angelo Vallet

 

Aug
17
Aug 18

Sentieri d'autore ai piedi del Cervino- Davide Sapienza

Geopoeta, scrittore, editorialista, autore di reportage, traduttore di classici. Sperimentaalchimie narrative intrecciate alla Terra, amalgamate dal viaggio, azionate dal cammino. La giovinezza erutta nel magma rock, passaggio costellato di libri importanti e tutti nelle classifiche di vendita (U2, Waterboys, Simple Minds, Nirvana, Neil Young). Poi, arriva la sua strada.

       I Diari di Rubha Hunish (anche in digitale per Feltrinelli Zoom), La valle di Ognidove, La strada era l'acqua, La musica della neve (anche in digitale per Ediciclo), Scrivere la natura, Camminando ( anche in digitale Feltrinelli Zoom): i più evidenti segnavia di un percorso letterario dinamico, fuori da ogni genere. Ha lanciato i cammini geopoetici NatuRe (anche di più giorni, con la Compagnia dei Cammini e Alpes), realizza performanceletterarie ( in cd con La musica della neve.experience), anche tratte dal "suo" Jack London (Il Richiamo di Zanna Bianca) con musicisti di grande livello come Giuseppe Olivini e Francesco Garolfi. Del 2016 pubblica la prima raccolta di (geo)poesie, Il Durante Eterno Delle Cose (Feltrinelli Zoom Poesia), è un ritorno all'inizio, al lavoro di apprendistato coi poeti nativi Lance Henson e John Trudell.

 Dal 2013, dopo alcuni anni lontano dai media, torna al "diversamente giornalismo" per il dorso bergamasco del Corriere della Sera. La montagna e il rapporto profondo tra il suo tempo e la cultura – la geopoetica - lo ha visto anche sceneggiare l'acclamato Scemi di guerra (2008), docu di Enrico Verra. Nel 2009 la TV Svizzera Italiana gli ha dedicato La sapienza di Davide. Parole in cammino.  É tra i maggiori studiosi internazionali di Jack London e traduttore di classici (Barry Lopez, EA Poe), anche dell'esplorazione polare (Nansen, Scott).

       Ha ricevuto riconoscimenti prestigiosi per il suo lavoro geopoetico e letterario, oltre che per l'impegnodedicato alla Natura e al Pianeta (2011 "Pigna d'argento"; 2012 "Sentinella del creato"; 2015 "Le ghiande" di Cinemambiente).

Questo riassume Davide Sapienza, prossimo autore ospite della rassegna curata da Alpes per Cervinia e promossa dalla biblioteca e dal comune di Valtournenche.

Gli appuntamenti con lo scrittore sono due:

Mercoledì 17 agosto ore 17:30 presso la Sala Cervino della Casa del Golf, incontro e conversazione con l'autore.

Giovedì 18 agosto ore 09:00 in cammino con l'autore e la guida Angelo Vallet. Ritrovo davanti alla chiesa di Cervinia. Colazione al sacco, è gradita la prenotazione presso il Consorzio turistico tel 0166/940 986

 

 

Aug
11
Aug 12

Sentieri d'autore ai piedi del Cervino - Roberto Mantovani

  • Breuil Cervinia

Roberto Mantovani è il primo autore ad intervenire alla rassegna. E' giornalista professionista e storico dell’alpinismo europeo ed extraeuropeo. Ha cominciato ad occuparsi di montagna da giovanissimo, prima come escursionista, alpinista e sciatore e successivamente (senza abbandonare mai l’attività sul terreno) come studioso. Ha diretto per molti anni la Rivista della Montagna. Ha lavorato anche per cinque anni al Museo nazionale della montagna. Oltre ad aver maturato una lunga esperienza nel settore editoriale, ha pubblicato più di 25 libri per vari. Negli anni ’80 e ’90 ha curato l’intera sezione alpinistica di tre successive edizioni della grande enciclopedia La Montagna della De Agostini. Si è occupato inoltre di multivision, cinema, allestimenti mostre, spettacoli teatrali, talk show, festival cinematografici legati alla montagna. Per sette anni è stato collaboratore fisso della trasmissione TGR Montagne di Rai2.

Nelle due giornate di intervento a calendario:

Giovedì 11 agosto ore 17:30 Sala Cervino (presso la Casa del Golf) Incontro:  Dal Monte Bianco al Cervino, i primi passi dell'alpinismo moderno

Venerdì 12 agosto ore 9:00 /9:30 ritrovo nel piazzale davanti alla chiesa. Cammino d'autore lungo il sentiero Carrèl (partenza da Perreres che raggiungeremo con navetta gratuita da Cervinia)

Per il Cammino è gradita la prenotazione presso il Consorzio Turistico Cervinia-Valtournenche tel 0166/940 986 (partecipazione libera) Colazione al sacco.

Per il ritorno dei partecipanti da Valtournenche è attiva una navetta gratuita.

 

 

Jul
22
Jul 24

Cervino 150+1 Il Paesaggio che verrà

 

Da venerdì 22 a domenica 24 luglio, ritornano gli appuntamenti e le iniziative organizzate da Alpes a Cervinia. 

I temi di quest’anno hanno come focus il rapporto tra l’uomo come abitante e l’architettura in cui vivrà e lavorerà con nuove ipotesi di proiezione legate all’uso dello spazio e del paesaggio.

Gli incontri e le sessioni di studio proporranno, sia temi ricorrenti nell'architettura alpina dal passato al presente, sia momenti per confrontarsi con altri interpreti dello stesso luogo, proponendo gli spazi non solo come occasione di espressione architettonica, ma luoghi destinati a restare nel futuro delle nuove generazioni, portando i segni di chi li ha attraversati.
Anche l’ormai consolidato trekking urbano per le vie di Cervinia, dedicato alla visione delle architetture più note, verrà ampliato e suddiviso in due momenti nella stessa giornata, in cui osservazioni “dall’alto” di Cervinia, con un viaggio dedicato, una sessione in funivia verso il Plan Maison, si alterneranno a visioni “da terra” con il tradizionale tour urbano guidato.
Ancora una volta Alpes e Cervinia quindi si incontrano in un appuntamento estivo, ricco di spunti e di riflessioni sul tema dell’architettura e del paesaggio.

Anche per l’edizione 2016, gli eventi saranno accreditati dall’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Valle d’Aosta e riconosciuti a livello nazionale.

 

 

QUI programma e calendario

CONTATTA per info & prenotazione hotel special price evento

Mar
12
Mar 13

La musica della neve Experience 12-13 marzo 2016

sabato 12 e domenica 13 marzo

In Alta Val di Susa, sui Monti della Luna, c’è un incantevole altopiano costellato di laghetti, al limite di un bosco di cembri e larici.Qui, nel 1920 lo Ski Club Torino costruì il rifugio Capanna Mautino, ancora oggi uno dei centri più frequentati dagli amanti della montagna.

Seguendo la pista battuta da Bousson (600 mt di dislivello, 7 km ca di sviluppo), il sabato è in programma il cammino con Davide Sapienza verso la Capanna, dove l’autore di La musica della neve (Ediciclo 2011, eBook 2014) propone un’esperienza di parole e musica accompagnato dalle note e gli strumenti del musicista Giuseppe Olivini.Il racconto è quello di un rapporto speciale, con la neve, la sua danza, la musica, il mistero, il suo modo di essere inafferrabile e allo stesso tempo così presente.Lo scrittore parte dalle esperienze dalle Alpi all’Artico, utilizza i luoghi delle sue traversate e i dialoghi con la materia bianca, la più importante produttrice di silenzio, per trovare il proprio luogo interiore.

Due giorni per godere delle atmosfere magiche delle alte vette e ascoltare se stessi attraverso una relazione particolare e ricchissima di sensazioni con la neve che le veste con grazia.

Qui il programma, costi e iscrizioni

Per saperne di qui, qui l’intervista a Davide Sapienza targata Rai Letteratura

Guarda e ascolta il trailer dello spettacolo.

Leggi un estratto del libroIl numero di posti è limitato, pernottamento e cena presso il rifugio.